venerdì 30 agosto 2013

No spice


Ciao boffare...
da tanto tempo non scrivo qui'. Ho, tra gli altri, il difetto di dimenticarmi di tante cose, belle e brutte, condivise, create, sudate.
Do un po' tutto per scontato, tanto le vittorie quanto le sconfitte. Ho perso molto in smalto, in ironia, in speranza. Tutto mi pare alquanto futile.
Eppure da qualche giorno ti pensavo, mio blog. Pensavo a quando scrivevo decine di post, fiumi di righe, accozzaglie di pensieri.
L'immediatezza ed il facile riconoscimento dei "like" del bistrattato facebook, danno quella sensazione simile a quella delle endorfine. Ma poi, alla sostanza, rimane poco. Qui' potrei scrivere molto, dare sfogo maggiormente alle mie elucubrazioni...ma...
Mi mancavi boffare, e sono venuto qui' a scrivere. Ultimamente, non scherzo, ho perso il senso dei miei desideri, peggio, dei miei bisogni; anche di quelli più banali e quotidiani.
Sono come "sospeso", vagante in un limbo la cui asticella mi sembra così bassa.
Se dovessi scrivere cosa mi è accaduto in questi mesi...lo riassumerei in un "nulla": Eppure, oggettivamente, di cose me ne sono accadute.
Ma non so più parlarne...e neanche scriverne. Torno alla premessa; tutto mi pare scontato. Che sia la soddisfazione lavorativa o il sentimento per una persona o la condivisione di una qualche opinione o passione.
Tutto senza sapore, senza spezie.
Forse questo è un inizio, o forse è l'ennesimo tentativo di riprendere gusto nelle piccole cose che un tempo mi davano piacere, o forse un fuoco di paglia.
Ciao boffare, spero a presto.