venerdì 18 febbraio 2011

A me gli occhi...




Qualche persona falsa soleva dirmi "Che begli occhi hai Pier".
Non c'ho mai creduto, i miei occhi non sono belli, sono sporgenti e di un comunissimo color nocciola.
Nonostante tutto, però, svolgono abbastanza a dovere il loro compito. Non ho una vista alla Occhio di Falco, ma me la cavo abbastanza.
Gli occhi, scoperta dell'acqua fredda, servono per vedere. Per osservare. E' un'azione naturale e poco c'è da commentare.
Diverso è il caso in cui il soggetto osservato è un essere umano, specialmente se donna.
L'osservata, in questo caso, ha diverse reazioni.
Se l'osservata è una tipa schiva, in genere, abbassa lo sguardo e tira avanti.
C'è invece quella che regge lo sguardo, che lo ricambia, analizza, e passa avanti.
C'è poi quella che non è schiva e non ricambia lo sguardo se non per una frazione di secondo. Si tratta, in genere, di quelle che si sentono, a torto o ragione, un po' fiche.
Quelle che ti guardano, neanche, ti squadrano, ti scrutano e non ti ritengono quasi mai degni della loro nota.
Non ho controllo totale dei miei occhi; purtroppo sono ancora attratto dalla bellezza (o quella che ritengo io sia bellezza), ma mi incazzo sempre quando queste presunte "belle" fanno le snob e pensano, con evidente convinzione, di avercela solo loro! (la bellezza...)
Per questo...dovrei procurarmi un paraocchi.


Nessun commento:

Posta un commento