martedì 1 novembre 2011

The calling



Olè!
Alla fine ci sono riuscito. Mischiare in maniera quasi compatta realtà e fantasia.
E così stanotte ho fatto uno di quei sogni che, sincermanente, mi mancavano.
Non so quanti dei miei lettori conosca Lovercraft ed il suo rinomato "Ciclo di Cthulhu".
Ebbene, stanotte ho sognato qualcosa di simile a ciò che veniva narrato in uno dei racconti di cui sopra.
Ma con qualche aggiunta manga.
In pratica ero io (con un po' più capelli, benefici dei sogni!) che avevo la simpatica abilità di trasformarmi in un fichissimo gargoyle alla D&D.


A quanto pare ero l'unico in grado di contrastare il poco simpatico e bello Cthulhu, ovvero un bel mostrone a stento riusciva ad essere coperto da un'enorme montagna.
Il Cthulhu però non era neanche solo. Infatti comandava un numero imprecisato di serpentoni alati e volanti che bazzicavano e distruggevano un po' tutto, così per sport.
Come in ogni bel sogno, però, mi sono risvegliato nel punto focale. Ovvero poco prima di arrivarmi in volo al cospetto di Cthulhu ed iniziare a fare un po' a cazzotti.
Dubito però che avrei vinto...
In conclusione posso affermare quasi con convinzione che:
  • Lovercraft scriveva solo la sacrosanta realtà;
  • a modo mio, ho festeggiato Halloween;
  • stò diventando totalmente pazzo.



    1 commento:

    1. Il tasto +1 non c'è?
      Fai conto che ci abbia cliccato :D

      RispondiElimina