venerdì 17 dicembre 2010

Caro Babbo Natale



Caro Babbo Natale,
quest'anno, dopo tanto taaaanto tempo, ho deciso di scriverti una letterina.
Come saprai di già, non sono stato propriamente bravo in quest'anno che si accinge a finire.
Ma, mi concederai, non sono stato neanche tanto cattivo.
Diciamo che mi sono difeso, quando è stato necessario, ed ho anche attaccato, ma mai con l'intento di fare del male con premeditazione.
Non so se questa premessa basterà ad addolcirti un pochino nei miei confronti, in ogni caso ti elenco quì di seguito, in ordine sparso, alcuni dei regali che vorrei per questo Natale:

  1. una ricrescita di capelli;
  2. un cambio di cervello per almeno il 55% degli Italiani;
  3. un modellino della serie soul of chogokin;
  4. un nuovo lavoro o, in alternativa, un miglioramento di quello attuale;
  5. che i film di de sica e boldi non incassino neanche 100 euro (questa la vedo dura...);
  6. tronisti e troniste, concorrenti del GF, dell'isola, di x-factor, di amici, ed escrementume simile, tutti a zappare;
  7. la pace nel mondo (questa fa molto miss italia...);
  8. che se scoppia una guerra termonucleare globale, appaia kenshiro e mi insegni l'hokuto (va bene anche rei per insegnarmi il nanto);
  9. un po' di concerti seri organizzati a non più di 100 km di distanza da casa;
  10. un carattere un po' meno incazzoso;
  11. un trenino;
  12. "donne, soldi ed un uccello insaziabile" (citazione da uno dei film di pierino);
  13. l'inter in serie b;
  14. la chiusura del TG4;
  15. una motocicletta di quelle tamarre.
Beh, direi, caro Babbo Natale, di averti dato un discreto ventaglio di scelte.


Nessun commento:

Posta un commento