giovedì 19 gennaio 2012

Calma e capienza


Sì, perchè la pazienza l'ho esaurita da quel dì.
Eppure sto cercando di resistere, di essere capiente, e raccogliere tutto come fossi un secchio.
Di accontentarmi della goccia, della virgola, del messaggio, del sorriso, del silenzio, del pensiero. Di accontentarmi anche di ciò che sento sia falso e artefatto, di ciò che mi fa male.
Ma per quanto resisterò?

Pensiero estemporaneo:
Più che da uno psicologo o da uno psichiatra, dovrei prendere in considerazione di andare da un buon genetista e farmi modificare proprio a livello di fottuto DNA!




Nessun commento:

Posta un commento