lunedì 27 luglio 2009

Domande esistenziali

Al mio paesello c'è stata festa (una festa di quartiere legata poi alla Madonna del Carmine).
Si potrebbe pensare, sbagliando, che il mio paesello sia una sorta di Las Vegas della Basilicata dove si va avanti a feste e festicciole, ma non è così.
Eppure, come forse già dissi in qualche post antico, la festa è FESTA solo se si compiono certi riti. E' ovvio che ogni individuo ha i suoi, ma alcuni, più di altri, saltano dannatamente agli occhi del sottoscritto che li ha sempre analizzati e criticati a dovere.
Il primo, fondamentale, è l'abbigliamento. Alle feste di Policoro molta gente (che tra le altre cose si vede in circolazione SOLO durante l'evento mondano salvo poi sparire in qualche buco dimensionale) si veste come se stesse andando ad un matrimonio.
Per cui vedi giovani (sì, giovani anche molto più di me) tirati a lucido con giacche e cravatte o tailleur e minigonne con tacchi, a seconda ovviamente del sesso e dei gusti, che scambiano il passeggiare tra bancarelle di cinesi e africani e chioschi che friggono e affumicano con i sempiterni panini caldi imbottiti, come una sorta di sfilata sul "red carpet" dove pavoneggiarsi (di che? e agli occhi di chi?) manco fossero star di Hollywood o Bollywood.
Altro aspetto interessante è dato poi dalla numerosità pazzesca di passeggini! Ieri sera sono tornato a casa con le caviglie gonfie manco avessi ricevuto un thackle (si scriverà così, bof?) dal mitico Franco Barresi. Perchè tante sono state le ruotate prese ai piedi da mamme o padri incauti alla guida di queste falciatrici chiamati passeggini. C'è n'era un proliferare assurdo! Probabilmente quì a Policoro, non ci saranno rischi legati alla c.d. natalità zero.
Infine, annotazione personale, i gusti di talune ragazze nella scelta dei loro accompagnatori.
E' vero, i gusti sono gusti, è vero che l'amore è cieco, ed è altrettanto vero che ci vuole sempre un pò di qu...ma quando passeggio e vedo delle belle ragazze accompagnate da certi truzzi, tamarri, bruttini e pure dalla pessima igiene personale, qualche dubbio amletico m'assale.

E così, mi vedrete alla prossima festa, con canottiera bianca (magari pataccata) capelli untissimi e ingelatinati, zoccoletti in legno (brrrrr!), sboccato e bisticciato con l'acqua da almeno 2 settimane.
Chissà che non attiri, oltre a qualche mosca, anche una donzella indigena...

P.S. Ieri, ad una delle sommenzionate bancarelle, ho comprato uno di quei borselli a tracolla che tanto si vedono in giro oggigiorno. Qualcuno dirà "trend", e io rispondo, anche "trenduno"


4 commenti:

  1. Ti adoro :-)

    ma se ti presenti come suddetto alla prossima volta di "odoro" abbi pietà....

    questo post mi ci voleva vista la mattina da infarto

    un bacio

    RispondiElimina
  2. Ma da te festeggiano la Madonna del Carmelo (poi un giorno o l'altro capirò perché tutti si ostinino a chiamarla del "Carmine" :P) con dieci giorni di ritardo? ?___?
    Comunque è un fatto risaputo che le brutte si mettono con i belli e viceversa.

    RispondiElimina
  3. @ Eli: eppure l'uomo un pò ha da puzzà, o no? ^__-

    @ CMT: guarda, quì a Policoro ormai mi meraviglio di poche cose. Comunque anche il prete stesso l'ha chiamata Madonna del Carmine, non saprei.
    Le belle con i brutti e viceversa? Bof...allora, tanto per cambiare, io sono fuori statistica ^__^

    RispondiElimina
  4. Apposta ho detto "tutti" :D
    Però il monte sempre "Carmelo" si chiama, non credo che tra amici si faccia chiamare "Carmine" ^___^

    RispondiElimina