sabato 8 agosto 2009

Fessi di ogni nazionalità: svegliamoci!

Notizia sentita ieri per radio:

"Si era messo al tavolo, disperato, a fare due conti. La casa, le bollette, la macchina e le assicurazioni. Quei 1.000 euro per esaudire il desiderio della fidanzata proprio non riusciva a risparmiarli.
All’amore, però, non si comanda, e pur di non farsi abbandonare dalla giovane, il 22enne sudcoreano si è fatto coraggio e ha rubato l’anello richiesto dalla sua amata.
K.H.M. era arrivato in Italia insieme a una coetanea connazionale circa un anno fa. Entrambi periti tecnici industriali, erano approdati a Milano per occuparsi dell’avvio e la manutenzione di un macchinario sud coreano acquistato da una società lombarda.
I due, che avevano studiato insieme in patria, una volta arrivati in Italia avevano deciso di fidanzarsi. Con molti sacrifici erano riusciti a comprarsi una macchina e un piccolo appartamento a Rho. Nelle ultime settimane, però, la ragazza aveva iniziato ad avanzare delle richieste che il giovane non era in grado di soddisfare.
“Se mi ami davvero me lo devi dimostrare - gli ripeteva - voglio un anello con il solitario”. “Non me lo posso permettere - le spiegava il 22enne - abbiamo preso casa e anche la macchina”. Ma la fidanzata non voleva sentire scuse. “Tutte le ragazze ce l’hanno, lo voglio anch’io”, gli aveva risposto minacciandolo di lasciarlo.
La nota spese di casa, però, parlava chiaro: tra una bolletta e l’altra K. era riuscito a racimolare soltanto 150 euro, troppo poco per un solitario di quel valore. La data dell’anniversario di fidanzamento, intanto, si avvicinava sempre più ed era necessaria una soluzione in tempi rapidi.
Per questo, il sudcoreano, ieri pomeriggio, ha infilato in tasca i 150 euro ed è andato alla gioielleria di piazza Bolivar. Prima ancora di farsi mostrare la merce ha spiegato la situazione alla titolare, che, intenerita, ha estratto una fila di zirconi a basso prezzo. Il 22enne ne ha subito adocchiato uno pensando fosse un vero diamante, l’ha sfilato ed è scappato fuori stringendo tra le mani il regalo per la fidanzata.
Caso vuole che a pochi metri di distanza passava una pattuglia dei carabinieri, che ha bloccato il sudcoreano per furto. Un militare, con i suoi stessi problemi, all’udire la sua storia si è dimostrato comprensivo, ma la solidarietà del carabiniere non è bastata ad evitare l’arresto al giovane ladro per amore, che soltanto dopo ha scoperto che l’anello rubato era uno zircone e che grazie allo sconto della titolare gli sarebbe costato proprio 150 euro."
Ora, a parte la stronzaggine di lei (da prendere a pedate o, vista la provenienza, a calci di arti marziali), lui cosa sarebbe?
Un romantico? Un eroe? Un fesso? Un servo della gleba schiavo della ghiandola mammaria?
E, scommettendoci un centesimo di euro, è probabile che lei (bistronza) lo lasci pure non apprezzando neanche il gesto.
Morale? Io non la trovo...

3 commenti:

  1. Morale? "Se la tua ragazza che sa benissimo che campate d'aria ti chiede un anello da mille euro, o la mandi a fan... o la mandi a lavorare per comparselo" :P

    RispondiElimina
  2. Il tuo ragazzo/a ti chiede regali costosi in segno d'amore? Beh.. L'amore, quello vero, non ha prezzo e non si compra con solitari nè con oggetti costosissimi. Morale? In tal caso fate un regalo a voi stessi: meglio soli che male accompagnati...

    RispondiElimina
  3. Morale....."soppa che sfiga"....qui la bolognesità mi esce fuori con tanto di s sibilante. Porello, sfortunato, oltre ad avere una fidanzata stronfia l'hanno anche beccato sul fattaccio, quando si dice sfortuna oh.

    Io avrei preso un anello delle winx (;-)) di quei gioielli giocattolo per bambine e le avrei detto: "ecco tesoro qui c'è dentro tutto un mondo di sogni e tutto il mio grande amore, vale due euro economicamente ma vale millllioni se pensi a quanto è grande il mio amore per te"

    troppo eh....

    e vabbò allora le avrei detto:
    tò mò sat va bain l'anel l'è quast que
    (prendi, se ti va bene l'anello è questo qui)

    RispondiElimina