venerdì 3 settembre 2010

Il perchè di un post

Cosa porta l'ispirazione di un post?
Ognuno ha i suoi meccanismi, le sue chimiche e fisiche che fanno scattare l'ingranaggio che avvia la vena scrittrice.
Io, per conto mio, scrivo quando mi va, di ciò che mi capita, che mi circonda, che sento, ascolto, annuso, osservo.
A volte però scrivo senza motivazioni apparenti, come ora. Scrivo per la voglia di scrivere, per la voglia di dare sfogo a pensieri vuoti e futili o colmi e utili.
Scrivo per lasciare traccia di me.
Penso che, tra 15 anni, questo blog quasi certamente non esisterà. Forse non esisterò neanche io. Forse c'avranno invaso gli alieni o saranno tornati a dominarci i dinosauri. Sono tutte prospettive con uno stesso indice di probabilità.
O, magari, mi immagino i Piero ed Alberto Angela del futuro che, connettendosi a caso nella versione futurista di Super Quark 2035, nella puntata dedicata al fenomeno "internet" si potranno trovare ad esaminare il mio blog e i vari post scritti su di esso.

Chissà cosa direbbero?
Cercherebbero di analizzare il mio stato d'animo?

"Ed ecco un esempio di arcaica forma di comunicazione in voga nei primi anni del millennio."

Già me li sento ad indicare il logo, il bof... (spiegandone il significato), lo scimmione, la mia faccia accigliata e nerboruta.

Traccia di me.
Non avendo figli, e credendo che ormai non ne avrò più, devo pur fare qualcosa che testimoni il mio passaggio su questa palla di fango rappreso che sta sospesa nel nulla.
E l'essere conosciuto, ai posteri, per quello che boffava...bof...è già qualcosa.

2 commenti:

  1. A me piace leggerti, anche quando scrivi di nulla di socialmente utile. Non smettere :O)

    RispondiElimina
  2. Grazie Angelo. Tranquilla, per il momento non ho intenzione di smettere. 15 anni poi sono lunghi da passare :)

    RispondiElimina