mercoledì 29 settembre 2010

E se...?

E se davvero fossi accoppiato, avessi una partner, come sarebbe?
Visto il proliferare di fidanzamenti e matrimoni tra le mie conoscenze (virtuali e reali), mi sento sempre più Ultimo dei Mohicani.
Molti, per primi parenti ed amici più stretti, mi fanno sempre con più insistenza la domanda: "Aò, Pierpà, ma quando ti trovi una ragazza?".

La cosa, lì per lì, mi spiazza sempre alquanto.
Penso, quasi subito dopo, la frase di una canzone dei Bluvertigo che cita: "E' bello l'amore, ma una ragazza può solo aumentare il mio mal di testa".
Penso poi che, con il mal di testa, già ci convivo per altri motivi, e penso anche che con delle pillole il mal di testa si può attenuare.

Quindi, come è facile immaginare, boffo, faccio una delle mie innumerevoli espressioni buffe e pensierose al contempo, e porto l'argomento su altri lidi.
Quando poi mi riportano di forza al lido di partenza, ebbè, ho da fare i conti con la realtà. Realtà che poi si fonde immediatamente con la fantasia, facendomi immaginare il come sarebbe avere una ragazza.
Non ho una ragazza da...uhm...quasi due olimpiadi. Questo è male perchè, al mio contrario, le ragazze si sono evolute. Quelle della mia età hanno affinato le loro unghie, quelle più giovani sono già venute su parecchio toste, pure troppo...
Tralasciando discorsi intimi, ed evitando facili battute da osteria, con una ragazza, che ci dovrei fare?

Per esempio, vale ancora la serata in casa a guardare la TV? E se sì, che programmi guardare? Io aborro letteralmente le fiction, i serial tedeschi, le trasmissioni della Clerici, Buona Domenica, Domenica In, reality vari e pure alcuni TG. Alla fin fine il 90% della spazzatura che mandano in onda non è di mio gradimento!
Può ritenersi quindi romantica e portatrice di coccole una serata passata a vedere, chessò, Super Quark o Voyager?
Non ho alcun tipo di Pay TV, quindi nulla del genere...
Allora? Un DVD? Io vedo solo cartoni di robot, film di mostrini, di fantascienza, dove ci sono parecchie mazzate ed effetti speciali a morire!
Uhm...direi che l'apparecchio televisivo è quindi da bandire nella maggiorparte dei casi.

Quindi? Serata in pizzeria?
Ok, quì forse me la cavo. In genere sono onnivoro, mangio e assaggio di tutto, potrei pure, una volta ogni semestre, andare a mangiare in quei locali dove fanno cucine macrobiotiche, esobitoche, ecocompatibili e menate varie.
Ma, in una settimana, quante volte potrei permettermelo? E non parlo solo dell'impatto sul mio già martoriato portafogli. Alla lunga, credo, annoierebbe. Che sia pizzeria, ristorante cinese, bettola "dar purciaro", dopo un pò cala il latte dalle ginocchia.

Uhmmm...shopping? O meglio, vetrining (ovvero quello che indico io come girare a zonzo osservando le vetrine senza comprare nulla)?
Beh, anche quì sono mediamente attrezzato. Anni di pratica con mia madre sono serviti allo scopo.
Credo di riuscire a sopportare almeno un 3 ore di fila senza colpoferire. Di riuscire a trasportare, al caso, almeno 3 buste per mano. Non chiedetemi di sorridere, per carità, magari qualche sbuffo ogni tanto mi scapperà.

Serate/eventi vari in compagnia di altre coppie?
Oddei...quì credo di essere proprio a zero. Sia come esperienza che come socialità estrinseca all'evento. Tutto dipende, certo, dalla compagnia. Potrei trovarmi a mio agio e passare bene la serata come, invece, potrei avere sulle balle lei/lui/loro e dover quindi fare il classico buon viso a cattivo gioco.

Quindi?
La soluzione è forse una ragazza part-time, che implichi, almeno all'inizio, attenzioni per non oltre 2 giorni a settimana (quello della pizzeria e quello dello shopping/vetrining) e che, negli altri 5, non mi cornifichi
Utopia!

6 commenti:

  1. ahahah, leggendo il tuo post mi sono divertita un sacco anche se mi sono resa conto di quanto sono strana:
    -non mi piace lo shopping ( se non le puntatine in libreria),
    -mi piacciono i film pieni di effetti speciali et similia, e comunque sul genere fantasy,
    -per me l'uscita fuori al top è mangiare la pizza(le cucine estere mi piacciono molto poco, così come la roba sana xD) anche se in realtà preferisco starmene a casa sul divano, a leggere o guardare telefilm o giocare alla play, anche perchè è comunque una spesa...

    me lo dicono sempre i miei che sono una stramba asociale e rimarrò per sempre zitella =.=

    RispondiElimina
  2. ahahha, pensa come stò, la parola finale ho letto zelda al posto di zitella. e mi ero chiesto che cosa ci fosse di male ad essere come la principessa zelda -___- (a parte una certa sfiga nel capitare in vari guai di proporzioni bibliche).
    cmq, cara mia, le strambe asociali sono fantastiche ^___^

    RispondiElimina
  3. no dico scusate...visto che sto in un periodo felicissimo e pensare al pierpa solo mi fa male ...si dico...perchè voi due non vi date un appuntamento?? Dai ...so che nn si fa ma... che male c'è?? già vi scrivete!

    RispondiElimina
  4. solo perchè il mondo è felice, non è detto che debba esserlo anche io

    RispondiElimina
  5. lo so pier...ma sai quando tutto è bellllisssimo? hai presente quando sorridi come un beota a chi ti taglia la strada e saluti pure quello che ti ha appena mandato a fare...io sono in quel periodo e so che passerà ah se lo so ma vorrei che anche gli altri lo fossero in quel periodo e allora...ho parlato troppo... scusa. bof

    RispondiElimina