sabato 31 gennaio 2015

Professional...


"La verità è che sei troppo professionale!"
Così pare.
Che io ci tenga al mio lavoro ed al modo in cui, penso, si debba svolgere non è per me una novità.
Eppure mi sono sempre visto, dall'interno (cosa concettualmente un po' astrusa...), molto disponibile, pronto all'ironia, alla battuta per sdrammatizzare o, viceversa, affermare un dato concetto, informale ed accomodante.
Ma a quanto pare non è così ed è anzi il contrario. E un po' mi spiace.
Sì, perchè ho come l'impressione che questa presunta (o palese) mia rigidità mi impedisca un contatto magari un attimo più profondo con le persone con cui interagisco.
Che poi a dirmelo non è stata una persona di una certà (cosa che forse mi avrebbe fatto percepire l'esclamazione più come un complimento che non una sorta di difetto), bensì una persona più giovane di me.
E quindi?
Le barriere che mi sono creato e/o che la vita e le persone mi hanno obbligato ad erigere, sono più alte e spesse di quanto pensassi.
Anche quando, come nel caso in questione, non le tenevo affatto innalzate.
Non so se essere contento o meno di questo. Una parte di me, lo ammetto, lo è; ne percepisco uno strano orgoglio.
Invece un'altra parte non lo è, ed è quella che mi sta facendo scrivere e riflettere sulla cosa.
Perchè, me lo domando, se ho queste barriere innalzate anche non volontariamente...so o saprei abbassarle all'occorrenza?
Credevo di averne il controllo...ed invece così non è.
Avevo un'idea di armatura, da togliere e mettere all'occorrenza. Qui, invece, pare che l'armatura non si stacchi neanche quando penso e credo di averla slacciata!
E penso, ripeto, che sia un peccato...
Perchè so che posso perdermi tanto...magari un gesto d'affetto, uno slancio, una battuta, una pacca sulla spalla.
Cose di cui avrei bisogno più di quanto osi ammettere.
E, non da ultimo, anche le persone che mi sono accanto credo, vanagloriosamente a parte, che si perdano tanto anche di me. Della mia parte magari più indifesa ma anche più divertente.
Di quella con cui uscire per una birra, andare ad un cinema, fare un discorso qualsiasi, dal più serio al più faceto.
Bof...
 

Nessun commento:

Posta un commento