mercoledì 11 marzo 2009

Antò fà caldo...



Da una recente ricerca pare che la temperatura, l'umidità e la pressione atmosferica siano le cause scatenenti dei mal di testa.
A prescindere dal fatto che tale ricerca si poteva anche evitare (chi di noi, ad una improvvisa cefalea, non ha mai detto o pensato "colpa del tempo"), forse potrebbe venire meno uno dei contraccettivi più potenti in possesso delle donne?

Basterà quindi spalancare le finestre per fare giro d'aria, accendere il climatizzatore/deumidificatore, bere qualcosa di fresco, e via a farlo come i caimani?

9 commenti:

  1. azz, se così fosse rischieremmo il sovrappopolamento...

    RispondiElimina
  2. No, sostituiremmo semplicemente il mal di testa con una bella polmonite, che come deterrente è anche più efficace ^__^

    RispondiElimina
  3. ma il mal di testa non era dovuto allo stress? ogni giorno una.

    RispondiElimina
  4. e per una sorta di beffarda legge del contrappasso, stamattina ce l'ho io il mal di testa!
    per cortesia, quindi, se qualcuna ha intenzioni bellicose nei miei confronti, desista...

    RispondiElimina
  5. Deve essere il mio da influenza che si è trasferito a te via internet (visto che a me è durato solo le canoniche 24 ore) ^__^;

    RispondiElimina
  6. Allora forse è arrivato il momento di inventarci una scusa più attendibile :-)))

    RispondiElimina
  7. Sì, tipo "Non ho ancora trovato qualcosa per vedere se questo coltello nuovo taglia bene davvero..." :D

    RispondiElimina
  8. Mal di testa? Mai...un bel rapporto sessuale e tutto passa, anzi tutto migliora!

    RispondiElimina