venerdì 19 novembre 2010

Buffo, no?


 Tra le varie, innumerevoli, immarescibili cose che detesto c'è l'essere preso in giro.
Sono un tipo ironico, dannatamente ironico, acidamente ironico. So riconoscere l'ironia. So che può essere un modo per stemperare situazioni troppo roventi o serie. Ma, facendone io ampio uso, so che come la maggioparte delle cose, ha una doppia faccia.
Anche l'ironia ha la faccia della saccenza e dell'arroganza. Di chi si ritiene inattaccabile o superiore. Di chi, con la scusa di un sorriso tirato, ti tira una rasoiata.
Io meno rasoiate, già detto, già assodato, e per questo le so riconoscere. Ma le mie, se permettete, sono di una lega migliore...
E quindì, sulla bolletta dell'ENI: Ardifuoco!

No, non è proprio buffo. Fa letteralmente pena.

Nessun commento:

Posta un commento