giovedì 11 novembre 2010

Pardon?

Una volta, tempo fa, ero molto più educato di ora.
Alla domanda, ad una qualsiasi domanda postami anche dal più sconosciuto degli sconosciuti, sfoderavo uno sguardo misto tra l'interessato ed il prodigo e domandavo "Scusi?" o "Scusa?" a seconda del grado di confidenza che c'era o mi prendevo.
Lo "Scusi" o "Scusa" di rito era, diciamocelo, fatto per resettare un attimo il cervello per trovare al meglio la risposta al quesito appena posto.
Però, l'educazione, era appunto nell'usare un termine elegante che precedesse il reset.
Oggi, invece, più vecchio e meno educato, raramente uso il prefisso "Scusi" se non in rari casi.
In genere l'ho sostituito con un generico "Come?" ma, mi rendo conto, che nella stragrande maggioranza dei casi me ne esco con un poco gentile "Eh?" e la contaminazione romanesca che ho in me mi farebbe pure aggiungere "Chevvoi?".
Il bof, invece, in senso interrogativo non funzionerebbe...

2 commenti:

  1. perché no?prova un po': "Bof?" secondo me suona!

    RispondiElimina
  2. oggi ero al lavoro e mentre spazzavo il marciapiede fuori dal condominio è passato un signore,distinto, mi ha salutato con un gentile buon giorno...mi ha sorpreso perchè non lo conosco ma ho prontamente risposto..sono stata sorpresa perché è un gesto desueto... quindi Pierpaolo..torna allo scusi.

    RispondiElimina