mercoledì 31 marzo 2010

E ci ricasco

Come al solito ci sono ricascato.
Dico e maledico di non interessarmi più agli altri se non per lo stretto necessario, ma anche stavolta ho fatto flop.
Per cui, per essermi interessato per conto di un collega del master che sto frequentando, mi sa che mi sono attirato le ira di qualcuno.
Non che già mi sentissi stranamente osservato per non dire talvolta evitato dai miei compagni di corso.
Non voglio fare dietrologie o urlare al complotto, ma ho la netta sensazione, che essendo uno dei pochi meridionali di tutto il corso, più di qualcuno mi stia snobbando.
Alle cene di fine lezione pare che per sedersi accanto a me ci sia una specie di gara al contrario, della serie "chi ultimo arriva male alloggia...vicino a pierpaolo".
E ora, che si stanno formando con una certa "naturalezza" dei gruppi di lavoro per un non ben precisato master game, non è che ci sia stata proprio battaglia per avermi.
Mi sono vagamente sentito rispedito indietro di almeno una 20ina d'anni fa quando, durante le famigerate partite di calcetto sotto casa, si formavano le squadre.
Ecco, io ero sempre tra gli ultimi ad essere scelto, e ancor più spesso mi spedivano in porta. Forse il mio recondito odio per il calcio proviene da questo?
Fatto sta comunque anche ora sono stato inserito in uno di questi gruppi e spero sinceramente di non dover fare i soliti triplici salti mortali per far vagamente intendere che non sono proprio l'ultimo fesso in giro.
Magari il penultimo o terzultimo già andrebbe meglio.

4 commenti:

  1. Queste cose mi fanno incazzare parecchio Pierpaolo. L'unico modo che hai per essere meno discriminato è con i fatti, oppure comincia a bucare le gomme :D

    RispondiElimina
  2. Vitone in realtà Pier è apprezzatissimo e si sa difendere più che bene e in questo caso ha tutte le ragioni di brontolare ma di solito ha una fase brontolante calimerica innata che lo porta un po' a svalutarsi, erroneamente questo è ovvio.

    Eli

    RispondiElimina
  3. @ vitone: non so, per bucare le ruote va bene un coltellino svizzero? ;)

    @ Eli: grazie per il calimero :)

    RispondiElimina
  4. A volte sappiamo essere i peggiori nemici di noi stessi.Purtroppo possiamo inconsapevolmente autosabotarci se facciamo prendere il sopravvento a quella vocina svalutante che, chissà perchè e come, ci dice da dentro che risulteremo sgradevoli e che saremo gli ultimi. E la profezia si autoavvera. Non è facile farla tacere, bisogna andare un pò indietro nel tempo e lavorarci un bel pò su. ma è solo tutta colpa sua. E quando la vocina incontra persone un pò superficiali e competitive, il gioco è fatto: tende a prendere il sopravvento. Bisogna proprio che Boffy si allei con se stesso. Sennò è un peccato.
    Lo provo spesso anch'io sulla mia pelle.

    Silvia Selvaggia

    RispondiElimina