mercoledì 7 gennaio 2009

Back to work: la genesi


Essì, tra poco meno di un'ora tornerò nel mio ufficietto a lavorare dopo quasi 20 giorni di convalescenza. Stranamente non sono carico come in altre circostanze, forse perchè non sono ancora al 100%, forse perchè ho una paura matta di trovare il caos più totale sulla mia scrivania e di dover fare chissà quante cose per recuperare l'abnorme arretrato di lavoro che si sarà creato.
Per il momento stò cercando di fare una sorta di training autogeno, rilassandomi al riguardo e pensando che, per quanto macello possa trovare, il modo migliore per smaltirlo sarà quello di fare una cosa alla volta, con calma e tranquillità, anche perchè, se mi capicollizzo a testa bassa mi esaurisco dopo mezza giornata. Nonostante queste belle parole, però, l'angoscia rimane...

3 commenti:

  1. Hush, don't speak... -__-
    (anche se a me ha fatto effetto solo la levataccia, sarà che a malapena mi sono accorto di aver smesso di lavorare... o piuttosto sarà che non ho smesso proprio? ?_?)

    RispondiElimina
  2. guarda, è andata meno peggio di quanto pensassi. levata una sola cosa che scadeva oggi (e mi domando, se non fossi andato oggi al lavoro? qualcuno si sarebbe ricordato di farla?) ho potuto lavorare quasi serenamente. ho anche ricevuto un paio di clienti con il sorriso in bocca, cosa assai rara.
    ovviamente sconterò questo giorno normale con almeno 7 di caos totale quantomeno me lo aspetterò.

    RispondiElimina
  3. In effetti anche io sono meno incasinato del normale (ma, ribadisco, è solo perché non ho praticamente smesso di lavorare, quindi non mi si poteva accumulare un granché...). Domani però mi aspetto di ricominciare le classiche liti con le banche...

    RispondiElimina