sabato 24 gennaio 2009

I hate shopping

Non ho una fidanzata (questo lo sanno pure le pietre) ma ho una madre. Tale, anche se di una certa età, è femmina e pertanto, ciclicamente, avverte il bisogno fisiologico di andare per negozzi e fare spese (le due cose non sono sempre consecutive; talvolta le basta anche solo andar per negozi e bona).
Oggi, dopo un paio di settimane di scuse (fa freddo, ho da lavorare), ho capitolato avendole promesso, ieri sera, che l'avrei portata da qualche parte fuori Policoro.
La mattinata è iniziata presto, alle 7.15, da che mi sono alzato, docciato e vestito velocemente per poi recarmi ad un laboratorio di analisi per farmi fare un prelievo del sangue. Alle 8.00, baldanzoso e al pari fiducioso di potermi sbrigare in tempi celeri, ero lì, assieme (purtroppo) ad un'altra 30ina di persone >___<
Rincaso alle 10.00 (sì due ore per fare un'operazione che nel complesso sarà durata 1 minuto e mezzo!), faccio colazione e dopo aver deciso con mia madre dove andare, ci mettiamo in macchina.
La destinazione scelta è la Auchan di Casamassima la quale dista da Policoro circa un 110 km (purtroppo, di centri commerciali decenti nelle immediate vicinanze non ce ne sono).
Arriviamo lì tutto sommato velocemente (strada sgombra, zero traffico e anche un timido sole ad accompagnarci) circa verso le 11.20.
Iniziano quindi le danze...-___-
Ora, non vi (e mi) annoierò sul mio pensiero a proposito dello shopping alla femminile (tanto più che chi scrive è il tipo di persona che entra nel PRIMO negozio che gli interessa, nota UNO specifico oggetto della sua cerca, e lo compra! Senza mille giri per comparare prezzo, qualità, colore, e minchiate varie...).
Fatto sta, che alla fine, ho fatto anche io delle compere le quali, in ordine più o meno cronologico, sono le seguenti:


Pigiama di cotone (preso in offerta a poco meno di 11 euri) come si può ben vedere di colore azzurro (e per chi se lo stesse chiedendo il blu dello sfondo appartiene al piumone che ho sul mio letto) e dagli strani quanto indecifrabili disegnini (e, al riguardo, prima o poi spenderò un post sulla stranezza dei disegni che campa nel 90% dei pigiami maschili);





Libri, nello specifico tre i cui titoli, credo, siano abbastanza chiari dalla foto ma cito per sicurezza; Il tristo mietitore, Il luogo delle Ombre ed infine Nihal della terra del vento. Due su tre li reputo "sicuri" (parliamo di Pratchet e Koontz) il terzo, quello della Troisi, è una scommessa;


Infine, ultimo ma non ultimo, vagando nel reparto hi-tech del supermarket (in attesa che mia madre facesse la spesa), ho beccato nascosto nello scaffale dei giochi della play station 2 questo, ed il bambino che è in me non ha resistito (visto anche l'esiguo prezzo di 9,90 euri):


A ora di pranzo, poi, mi sono tolto anche lo sfizio di andare al Mc Donalds (sì, una volta ogni tanto ci vuole, eccheddiamine!) trascinandomi dietro pure mia madre che ha vagamente apprezzato le patatine fritte mentre, io, scafato e affamato mi sono gettato sul menù chicken gourmet con tanto di patatine vertigo! UAU!
Dopo altri giri e acquisti vari, siamo ritornati a casa verso le 16.30, del che è verbale ^_^

P.S. E scusate se ho tralasciato alcuni piccoli ma significativi eventi di contorno, ma c'ho da andare a giocare a Street faità ^___-

Hadooooken!

4 commenti:

  1. Io non solo rientro nella categoria "entra, trova e compra" (salvo quando quello che cerco proprio non c'è), ma sono pure contagioso: le rare volte che accompagno mia sorella a fare spese (per lei) facciamo in mezza mattinata quello che a lei richiede vari giorni di tentativi...
    Il tristo mietitore è bellissimo, io l'ho letto in originale. ^__^
    Il luogo delle ombre pure è bello (e non ho ancora il seguito, uffa!)
    Nihal... se è come "La setta degli assassini" arriverai alla fine e ti starai ancora chiedendo quando entra nel vivo -__-

    RispondiElimina
  2. McDonald? Meglio il Burger King, fidati (anche se qua da me nun c'è -__-).
    Sul Tristo Mietitore confermo quanto detto da CMT.
    Per quanto riguarda lo shopping, anche io in genere lo detesto e cerco di sbrigarlo nel modo più veloce e indolore, ovviamente a volte faccio il contrario... credo che fondamentalmente dipenda dalla compagnia con cui mi trovo al momento.
    Aspetto con ansia il post sui disegnini senza senso dei pigiami maschili (fra l'altro mi pare che ne avevamo già parlato in uno scambio di mail).

    RispondiElimina
  3. Solo i miei pigiami sono monocolore? ?___?
    Burger King non c'è neanche qui in zona, ce n'era uno a Bari ma l'hanno chiuso da tempo immemore

    RispondiElimina
  4. Ah, che poi non c'entra niente ma assodato che il sondaggio è finito e che l'orologio non si vede perché Antonio... mi sa che non esiste più quel server, prova con quello che uso io. ^__^

    RispondiElimina