mercoledì 14 gennaio 2009

Perchè ti ho colpito?

Anche se non la vedo spesso, ho la TV in camera da letto. In genere la vedo per un massimo di mezzora, poi crollo lasciandola accesa per buona parte della notte (talvolta fino al mio risveglio al mattino successivo).
Questa notte invece, complice un fastidio al fianco sinistro (gli acciacchi continuano a scocciarmi) mi sono svegliato attorno le 2.oo e, trovando la TV appunto accesa, ho fatto un pò di zapping così per curiosità dato che non mi tornava il sonno.
Ebbene, zappando, mi ritrovo su una oscura emittente locale che stava trasmettendo un film di arti marziali.
Questo genere di film, soprattutto quand'ero uno sbarbatello, mi tiravano un sacco. Accanito fan dei vari Bruce Lee e Jean Claude Van Damme e di qualsiasi titolo che comprendesse in esso la parola "ninjia", ero solito con gli amici del palazzo (parlo dei tempi in cui abitavo in quel di Pomezia e, tra le altre cose, tempo nel quale spopolava in TV un tale Ken Il Guerriero) fare lo scemotto ed imitare le varie tecniche (alcune assurde) di questi famosi figuri.
Questo preambolo è necessario perchè, soffermatomi su questo benedetto film, non vado ad intravere la figura di un acerbo e (molto più truzzo del solito) Van Damme?
Inoltre, lo rivedo in un ruolo in cui fa il cattivo...e, a memoria, la cosa mi è subito risultata insolita.
Ricordavo vagamente un film in cui lui faceva appunto il cattivo, ed era un film anche particolare.
E così, inizio ad appassionarmi ma, soprattutto, a ricordare! ^_^
E che ricordi! In pratica il film si intitola "Kickboxers" film, che ho appena appurato, risulta essere stato girato nel lontano 1986.
Racconta la trama del solito ragazzotto poco virgulto ma alquanto sfigato (non sfigato come quello di Karate Kid o, peggio, di quello del Ragazzo dal kimono d'oro...-___-) che si ritrova, suo malgrado, a dover fare i conti con l'organizzazione criminale per la quale lavora il Van Damme cattivo che risponde al nome di Ivan! (e che, in tutto il film, non si limita a dire una battuta che sia una, non che sia stà grande perdita viste le doti interpretative del JC)
Ovviamente il poraccio le prende in tutti i modi (dai compagni di vicinato, alle feste di compleanno delle solite sgallettate americane, perfino al fast food) e non solo dagli scagnozzi di Ivan, ma anche da un tipo che dire obeso e fesso sarebbe poco!
Scoraggiato (e vorrei vedè!) si reca, nientemeno, che sulla tomba del mitico Bruce Lee chiedendone l'aiuto.
Assurdo? Sì, abbastanza, ma non più di tanto visto che, una bella notte, nel garage dove si è andato a rintanare, il poco virgulto sfigato, si ritrova al cospetto dello spirito del mitico Bruce che gli appare ed inizia ad istruirlo nelle arti marziali!
Fichissimo! (almeno per me...) Ovviamente il poco virgulto sfigato diventerà, grazie agli insegnamenti del sensei Lee, un tosto (nel film si nota, a seguito degli allenamenti, il suo fisico si tonifici e rafforzi non poco) ed esperto lottatore di kung-fu.
Ovviamente chi impersone Bruce Lee è un attore che gli assomiglia come io assomiglierei a Raul Bova, ma almeno, il regista ha avuto l'intelligenza di non inquadrarlo quasi mai in volto, lasciando sempre un alone di fumo e foschia a coprirne i lineamenti.
Mitiche anche alcune frasi del sensei che, quando mazziula (alla faccia dello spirito, questo mena!) il povero poco virgulto sfigato, lo sfotte pure con la ricorrentissima frase: "Perchè ti ho colpito?" ^___^
Bof, per farla breve, il ragazzotto allenato da Bruce Lee si ritroverà, alla fine, a combattere con il famoso Ivan durante un torneo, e a mazziarlo bene bene nonostante le famigerate spaccate a 180° di Jean Claude. E quindi vivrà felice e contento con il rispetto di chi lo aveva menato in passato, con l'amore e l'arrapamento della solita sgallettata che poco prima non se lo fidava manco per errore, e con lo spirito di Bruce che, felice per quanto fatto, ritorna al mondo dei morti in attesa (forse?) della chiamata di un altro ragazzotto poco virgulto e sfigato.
Il film è terminato attorno le 2.45 (in pratica ho visto tutto il 2° tempo), e galvanizzato dall'evento amarcord, ho ripreso sonno.

4 commenti:

  1. eheheheh, non h mai praticato il genere (non ho mai visto nemmeno karate kid), ma ricordo quanto spopolasse ai tempi della nostra gioventù. Ricordno anche la mia compagna di banco delle medie che all'epoca faceva judo ed era ovviamente fissata per questi film.

    RispondiElimina
  2. Infatti a Malè normalmente la TV la spegnevo io nel cuore della notte. ^__^
    In quanto al film, più che galvanizzato ti ha ipnotizzato se dopo ti sei messo subito a dormire. ^__^
    Ma il poco virgulto sfigato, al "Perché ti ho colpito?" non rispondeva mai "Perché sei un bastardo, cérto!" ^__^

    RispondiElimina
  3. X Fed: io neanche ho mai praticato, seppur tante volte sono stato lì lì per iscrivermi a qualche corso. Ma poi, per colpa dei cartoni e dei film (dove nel 90% dei casi facevano capire che per essere tosto dovevi iniziare a praticarlo a 3 anni o giù di lì) ho sempre desistito.

    X CMT: Mitica Malè, il ragù al capriolo (che tu non hai assaggiato) ancora me lo ricordo. Cmq nel film il ragazzotto abbozzava spiegando poi, dal suo punto di vista, il perchè della sua inettitudine (tipo: mi hai colpito perchè ho portato il colpo troppo lento).

    RispondiElimina
  4. Mi sa che me lo ricordo meglio io che non l'ho assaggiato, il ragù: era di cervo! ^___^

    RispondiElimina