sabato 10 gennaio 2009

Egoisticamente bebè


Ieri, una mia collega, ha dato alla luce una bellissima bambina.
Sono, ovviamente, andato in ospedale a trovarle entrambe e come sempre mi capita quando vedo un bebè mi ritrovo a pensare ad un paio di cose.
Ho tutta una mia idea abbastanza contorta del perchè una coppia decida, un bel giorno, di mettere al mondo un bebè.
Non mi convince l'idea della prosecuzione della razza, nè tantomeno quella legata all'atto di amore che dona la vita.
Io credo, invece, che non sia altro che un esagerato, grandissimo, assurdo atto di egoismo. Egoismo non so neanche spiegare di che genere, eppure, diciamocelo, lo si fa per se stessi!Per dare forse un senso all'unione della coppia, per avere un ipotetico erede, ripeto, non so. Fatto sta che l'unico che di certo non vuole e non ha voce in capitolo è proprio il famoso bebè che si ritrova, suo malgrado e senza averlo chiesto espressamente, al mondo.
E visto come è oggi il mondo (ovvero una mezza merda...l'altra metà non è che sia sana, è solo ancora non del tutto contaminata ma, se continuiamo su questa strada, presto lo sarà anche lei) ci vuole un bel mix di coraggio, egoismo e non curanza per far nascere, crescere (vivere e soffrire) così una nuova vita.
Quante difficoltà avrà questo bebè, quante sofferenze? Saranno totalmente coperte dai pochi attimi di gioia e felicità che capitano così di rado nella vita?
In una società dove è sempre più importante apparire che essere, più importante avere che dare, dove ci si accapiglia e ci si calpesta per un pezzo di pane, dove ci si fa guerra per idee e credi politici e religiosi differenti?
Letta così pare che io sia totalmente contrario all'idea di procreare; non vuole essere comunque una critica, non giudico, tutt'altro...invidio!
Sì, perchè vorrei avere questo coraggio, questa cieca speranza in un futuro migliore, questa aspettativa di poter creare qualcosa da lasciare in godimento ad un figlio tutto mio.
Ma la vedo dura...primo perchè, ormai, ho la certezza quasi matematica che rimarrò solo in eterno, secondo...beh, direi che basta già la prima, no?
Auguri piccola Alessandra.


2 commenti:

  1. In genere le coppie i figli li fanno perché "si fa" (che è poi anche uno dei principali motivi di matrimonio al giorno d'oggi secondo me).

    RispondiElimina
  2. Farli per moda o per obbligo (o perchè altrimenti la gente mormora)...a questo davvero non c'avevo pensato -___-

    RispondiElimina