domenica 8 febbraio 2009

Cempions lig


Policoro ha circa 15mila abitanti; ha 3 farmacie, un cinema, un numero tendente ai 30 di pizzerie e ristoranti, 5 edicole, caserma dei carabinieri, vigili del fuoco, polizia e guardia di finanza, perfino un piccolo centro commerciale.

Insomma, non ci manca quasi nulla.

Abbiamo, di contro, una misera unica struttura sportiva funzionante (a dire il vero ne avremo altre 2, chiuse però. Una pare non avere autorizzazioni di sorta, l'altra le avrebbe ma, i geni che l'hanno costruita, si sono scordati un dettagliuccio da poco: fare una strada per raggiungerla!).
Ma non voglio fare il Gabibbo del metapontino, quanto esternare la mia ennesima lamentela.
A Policoro l'unico sport vagamente praticabile è, manco a dirlo, il calcio. Ci saranno 2 se non 3 scuole calcio e abbiamo il blasone di avere anche 2 (se non 3) squadre ufficiali (mei cojoni).
Tutte, manco a dirlo, tristemente relegate in serie semisconosciute (che vi direi se le conoscessi ma, ahimè, in termini di calcio mi limito a conoscere solo serie A, B e già con la C vado in crisi).

Ebbene, ho la immane, imparagonabile, indefinibile fortuna di abitare dirimpetto il campo sportivo, luogo che nei fine settimana si trasforma nel tempio del calcio policorese (ma non solo dato che ogni tanto viene impiegato anche da squadre dei paesotti limitrofi); e insomma, ci vuole culo nella vita, ma...cheppalle!

Un continuo che parte dalle 10.00 del mattino con le partite delle categorie under (pulcini, giovani, esordienti o come cippa si chiamano loro) e non finisce prima delle 17.00 con la partita dei senior (i big per intenderci).
E in queste circa 7 ore, non si trova parcheggio per le macchine, si sentono urla e schiamazzi, cori da stadio, rullate di tamburo, presentazioni al microfono dei giocatori della squadra di casa (che dovrebbero ricordare quelle che fanno in USA per le partite di baseball forse ?) e, per finire, FUOCHI D'ARTIFICIO (sì, sì, non mi sto inventando nulla)!

Non so chi abita nei pressi dello Stadio Meazza di Milano o all'Olimpio di Roma se può capirmi, ma io, di certo, a sentire tutto stò baccanale ogni fine settimana mi rompo sistematicamente le bolas!
Manco c'avessimo squadroni di alta categoria o giocatoroni con cui lustarci gli occhi...

3 commenti:

  1. Complimenti: noi siamo circa 70.000 e non c'abbiamo tutta vita che c'è da voi a Policoro (e non mi riferisco ironicamente alle squadre di calcio, parlo dell'elenco di servizi che fai all'inizio del post. Invidiaaaaaaaaaaa)

    RispondiElimina
  2. Anche noi siamo parecchi di più (dei 15, non dei 70) e l'unica cosa dell'elenco che abbiamo è la caserma dei carabinieri, che peraltro è praticamente fuori del paese, credo 3 edicole e, uhm, 6 o 7 pizzerie forse.

    RispondiElimina
  3. Ripensandoci ho un pò esagerato sul numero di pizzerie/ristoranti, ne avremo appena una 15ina che comunque pochi non sono.
    Per il resto: il cinema fa solo spettacoli nel fine settimana con film tutt'altro che guardabili (sotto natale, FISSO per 2 settimane, in genere propina i film di de sica, boldi, pieraccioni, salemme, ecc...).
    NOn credendo in una grossa invidia per la presenza di caserme e farmacie (che per carità, poi nei momenti di bisogno servono anche quelle), rimarrebbe il centro commerciale che, per quanto piccolo possa essere, è tutto sommato funzionale e caruccio.
    Certo, da quando l'hanno inaugurato quasi 3 anni fa, è diventato il centro di ritrovo dei policoresi con il conseguente abbandono del vero e proprio centro cittadino (ergo se ora vai a farti un giro al centro commerciale non sai dove parcheggiare, se vai invece nella piazza centrale, non trovi manco un'anima viva), ma non si può avere tutto dalla vita.

    RispondiElimina