giovedì 19 febbraio 2009

Protocollo di Kyoto


Non ne sono molto convinto, ma credete che lasciando spenti i riscaldamenti nel mio ufficio per tutto il corrente (freddo) inverno l'ambiente ne gioverà e ringrazierà i miei datori di lavoro (dotati, nelle loro stanze, di utili climatizzatori)?
E il fatto che, per scaldarmi un attimo le terga, sia stato costretto a comprarmi una piccola stufetta alogena, non farà invece incazzare il suddetto ambiente e quindi i miei datori di lavoro?
E, soprattutto, il fatto che una settimana sì ed una no abbia raffreddori, pleuriti, tossi e acciacchi vari, potrebbe avere un nesso con la cosa?

bof...

7 commenti:

  1. Potrei risponderti che le alogene consumano e inquinano assai poco, o che il freddo aiuta a smaltire le calorie risparmiandoti la dieta, o anche che io in ufficio il riscaldamento lo tengo spento di proposito perché mi crea problemi vari, ma in realtà sono semplicemente tirchi i tuoi capi -__-

    P.S.: protesto contro il sondaggio, io a Sanremo vorrei sentire Il Caffé della Peppina

    RispondiElimina
  2. Secondo me il nesso con i tuoi acciacchi c'è, eccome! Abbasso i tirchi!!

    RispondiElimina
  3. Beh io al sondaggio voto mazinga z solo perchè "gig" non l'hai messo e io preferivo.
    Potrei dirti che il freddo mantiene belli ;-) ma in realtà credo che il pianeta affonderà lo stesso prima o poi o imploderà e porterà con se quei taccagni dei tuoi capi.
    Mettiti una fascia al braccio come protesta con scritto: wwf salva pierpaolo.
    Dai Pier che arriva primavera fra un po'...

    RispondiElimina
  4. Uhm...immaginavo ci fosse un piccolo collegamento in effetti.
    Spero sì sinceramente che arrivi presto la primavera a questo punto (detto dopo aver passato l'ultima mezzora a raccattar fatture vecchie di anni dentro un rimorchio a non so quanto sotto zero!).

    RispondiElimina
  5. Ah...mi spiace non vi piacciano le canzoni proposte nel sondaggio. mi preoccupa, sinceramente, l'assenza di voti per Kiss me Licia ^_^;

    RispondiElimina
  6. Sono dalla parte del risparmio energetico, purchè non portato agli eccessi. Per cui, a patto che l'ambiente ne giovi, non trovo giusto che a non giovarne debba essere tu. Valli a capire questi datori di lavoro.

    RispondiElimina
  7. la voto la voto lavotoooooo.....non l'avevo vista, io ero innamorata di satomi ;-)

    RispondiElimina