sabato 7 febbraio 2009

Mai avere certezze

Una battuta di un film citava all'incirca:

Tre sono le uniche certezze nella vita:
il sole è caldo;
l'acqua è bagnata;
le donne hanno segreti.

Ecco, cerco di ricordarmi spesso questa frase, applicandola a tutti i miei pensieri e a quelle che, considero ahime, certezze.

Piccola, fra le piccole, nata in età adolescenziale ne avevo una (di certezze per l'appunto) legata ad un tale chiamato Chirs Cornell, cantante e leader di uno dei gruppi più rappresentativi del panorama grunge degli anni 90: i Soundgarden.

Costoro, assieme ai Nirvana, ai Pearl Jam e agli Alice in Chains, erano il quarto asso del poker rappresentativo di questo genere/movimento musicale e culturale che venne alla luce, dicono i meglio informati, in quel di Seattle (e figurarsi se poteva in quel di Policoro).

Del poker, ad oggi, sono rimasti solo gli inossidabili Pearl (seppur mutati parecchio dalle prime graffianti sonorità dei loro esordi) mentre gli AIC ed i Nirvana si sono sciolti dopo le morti dei loro cantanti (Kurt Cobain e Layne Staley). Anche i Soundgarden si sono sciolti ma non per cause legate, fortunatamente, a tragici eventi. In vece loro è, appunto, rimasto in circolo il solo Cornell che dotato della sua inconfondibile voce ha da prima fondato gli Audioslave (salvo poi lasciarli qualche tempo fa) per poi dedicarsi ad una sua personale carriera da solista.

Ebbene, ieri è uscito il singolo del suo nuovo album da solista, intitolato Scream, e mai titolo fu meglio azzeccato.
Non tanto perchè il Cornell gridi (come ai tempi dei Soundgarden), quanto per le urla che molti accaniti suoi fan (o forse anche ex fan) hanno fatto ascoltandolo.

Insomma...non vorrei essere volgare, ma dire che il suddetto pezzo fa cacare credo sia un salomonico complimento!
Diamine Chris che cosa ti sei bevuto?! Ma...ti sei visto...anzi...sentito? Sembri...tremo anche solo a scriverlo...Timberland o Timberlake o come cippa si chiama lui!
Ci manca poco che ti metti a ballare (?) sincopato circondato da un paio di fichette e poi viene giù l'astronave madre proveniente dalla Stella di Vega per conquistare la Terra!

Dov'è finita la tua voce? Dove sono finiti i tuoi graffianti urlacci? Dov'è finita l'incazzatura che avevi?

Cavolo Chris, ma lo sai che una volta ho rischiato di tranciarmi le corde vocali solo per imitare per 3 secondi la tua di voce?!

A te, certo, non fregherà una cippa, lo so, ma che tristezza togliermi un'altra certezza...

3 commenti:

  1. In realtà si tratta di aggiungerne una di certezza: anche i cantanti migliori prima o poi perdono lo smalto -__-

    RispondiElimina
  2. dai, magari è solo un progetto temporaneo che abbandonerà a breve...

    RispondiElimina
  3. No Fed, purtroppo non lo abbandonerà. MI sa che si è piegato anche lui alle regole di un mercato musicale che, indubbiamente, premia un certo tipo di musica piuttosto che altre.

    E rispondendo anche a Carmelo, in questo caso tale cantante non ha perso lo smalto (la voce ce l'ha eccome), ma appunto ha stravolto la sua vocazione musicale che, sia ben inteso, è lecito e talvolta giusto fare, ma senza snaturarsi totalmente.

    RispondiElimina